Notaio San Doną, studio notarile dott. Valeria Terracina.

  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • red color
  • green color

Notizie in breve

Il notaio è un pubblico ufficiale istituito per ricevere gli atti tra vivi (cioè vendite, permute, divisioni, mutui ecc.) e di ultima volontà (cioè testamenti), attribuire loro pubblica fede, conservarli e rilasciarne copie, certificati (e cioè riassunti) ed estratti (e cioè copie parziali) (art. 1 legge not.).



 
Home arrow Notizie arrow Ultime arrow Contratti di convivenza - Open day
Contratti di convivenza - Open day PDF Stampa E-mail

CONTRATTI DI CONVIVENZA: OPEN DAY

Il 30 novembre 2013 i Consigli Notarili di tutta Italia aprono le loro porte ai cittadini per illustrare il

CONTRATTO DI CONVIVENZA

Per Venezia l'evento si terrà, oltre che presso la sede del Consiglio a Venezia, anche in contemporanea nei locali della Camera di Commercio di Mestre.
Sappiamo che la convivenza di coppia al di fuori del matrimonio è in continuo aumento: dal 2007 ad oggi il numero dei conviventi è quasi raddoppiato.
A fronte di ciò, mentre negli Stati esteri tale fenomeno ha trovato una regolamentazione da parte del legislatore, ciò non è accaduto in Italia.
 
Il notariato si propone di colmare la lacuna studiando il patto di convivenza e favorendone la diffusione, per cercare di venire incontro alle esigenze di certezza in una materia in cui certezze  non vi sono.

  • Cos'è il patto di convivenza?

E' un vero e proprio contratto, vincolante tra le parti, con cui si possono regolare i più vari aspetti patrimoniali del rapporto tra conviventi.
Naturalmente non si può pretendere che esso possa riprodurre fedelmente tutta quella serie di diritti ed obblighi che derivano dal matrimonio:
infatti il contratto di convivenza non può, tra l'altro, regolare i rapporti personali (es. obbligo di fedeltà) .

  • Perché questa iniziativa da parte del notariato?

L'interesse alla materia viene da lontano: già nel 1993 il Congresso nazionale è stato a questo dedicato. Tutto lo studio finora svolto dalla categoria sul tema é sfociato in un disegno di legge sul patto di convivenza, presentato nel 2010, che purtroppo non ha avuto seguito da parte del legislatore.

Il Notariato ha deciso comunque di attivarsi per venire incontro alle esigenze della gente, che il notaio comprende perchè con la gente lavora a stretto contatto, e ne conosce le problematiche concrete.

  • Perchè venire dal notaio?

 Per la specializzazione giuridica che ha il notaio sulle materie maggiormente coinvolte in questi accordi: acquisti immobiliari, mantenimento, materia successoria, donazione, stipula di contratti atipici.
    Oltre a ciò l'atto pubblico è garanzia di pubblica fede: cioé fa prova fino a querela di falso del suo contenuto; inoltre è titolo esecutivo per le prestazioni certe liquide ed esigibili ivi contenute.

  • Come può aiutare il notaio?

    In primo luogo è possibile stipulare un accordo globale programmatico, che può contenere, esemplificativamente:
- la riproduzione di alcuni degli obblighi di assistenza  mutuati dal matrimonio,
- la determinazione della proprietà dei beni che sono acquistati in corso di convivenza,
- la disciplina della fine della convivenza.
    Questi contratti possono essere formalizzati prima dell'inizio della convivenza, o durante, o anche nel momento della separazione per rendere più chiaro e meno traumatico l'evento della fine del rapporto, e per non lasciare sospesi.

In secondo luogo il Notaio può prestare la sua opera a favore della "coppia di fatto" in occasione di singole operazioni, quali:

1)  un singolo acquisto immobiliare; in tal caso potrebbe attribuirne la proprietà in modo tale da garantire che ognuno possa usufruirne; oppure prevedendo, se intestata a uno solo, che l'altro abbia diritto di uso, magari disciplinando la ripartizione alle spese;

2) un testamento per regolare la successione.

ricordiamo che per disciplinare la successione l'unico strumento è il testamento;

  1. che per legge il convivente non ha diritto a nulla, e solo per testamento è possibile lasciare qualcosa al propri compagno:
  2. che solo il notaio può stipulare un testamento pubblico, che in caso di impugnazione "strumentale"(es. per supposta incapacità del testatore) ha maggiori garanzie di tenuta).
  • Che strumenti può usare il notaio?
Ci si potrà servire sia di contratti tipici come comodato, usufrutto, diritto di abitazione; sia di contratti atipici, nel quale sarà importante il controllo della meritevolezza dell'interesse da parte del notaio.

    È possibile quindi realizzare un vestito tagliato su misura in base alle esigenze della coppia.
    Però bisogna ricordare che in queste materie ci sono dei limiti posti da norme di legge inderogabili e sotto questo profilo ancor di più appare indispensabile l'intervento di un esperto come il notaio, il quale può garantire che l'accordo sia valido e non vi siano profili di nullità che possono sfuggire ad un operatore non esperto in queste materie, e che vanificherebbero tutta l'operazione.

L'invito è di rivolgersi con fiducia al Notaio per trovare la miglior regolamentazione dei propri interessi.   

Notaio Valeria Terracina

Ultimo aggiornamento ( lunedģ 18 novembre 2013 )
 
< Prec.   Pros. >